A COSA SERVONO I NUMERI ?        

 

 Ecco  le nostre risposte

 

·         PER CONTARE

 

·         PER GIOCARE A 1, 2, 3 STELLA!

 

·         PER GIOCARE A NASCONDINO

 

·         PER FARE LE OPERAZIONI

 

·         PER TELEFONARE

 

·         PER I LIMITI DI VELOCITA’

 

·         PER PAGARE

 

 

DOVE LI VEDIAMO?

 

 

  •    SUL CALENDARIO
  •  
  •    SUI SOLDI
  •  
  •   SULLA SVEGLIA
  •  
  •   SUL CAMPANILE
  •  
  •  SULLA CASSAFORTE
  •  
  •  SULLA CALCOLATRICE
  •  
  •  SUI CARTELLI STRADALI
  •  
  •  SUL COMPUTER
  •  
  •  SUI TASTI DEL TELECOMANDO
  •  
  •  SUI PREZZI
  •  
  •  SULLE MOTO
  •  
  •  SUL RIGHELLO

 

PREPARIAMO LA LINEA DEI NUMERI SUL PAVIMENTO E SALTIAMO COME

 

"LA RANA CON I GUANTI"...

 

 

Le nostre osservazioni:

 

·         LA LINEA CONTINUA PERCHÉ I NUMERI NON FINISCONO MAI ( SONO INFINITI).

 

·         SI VA AVANTI SEMPRE DI 1  ( SUCCESSIVO).

 

·         SE MI SPOSTO DA SINISTRA VERSO DESTRA I NUMERI SONO IN ORDINE CRESCENTE.

 

·         SE CAMBIO VERSO, SI TORNA INDIETRO DI 1 ( PRECEDENTE).

 

·         SE PARTO DA DESTRA, I NUMERI SONO IN ORDINE DECRESCENTE.

 

 

·         OGNI NUMERO È MAGGIORE DI QUELLO CHE VEDO A SINISTRA ED È MINORE DI QUELLO CHE VEDO A DESTRA.

 

 

 

 

IMPARIAMO A CONTARE CON LA LINEA DEL 20

  • SONO COME LE DITA DELLE MANI
  • E QUELLE VERDI COME LE DITA DEI PIEDI
  • VEDO I TASTI RAGGRUPPATI IN CINQUINE
  • E' FACILE....ALZO E ABBASSO I TASTI
  • CI SONO I NUMERI "CUGINI" : 12 E' IL CUGINO DI 2; 16 E' IL CUGINO DI 6

DALLA LINEA DEL 20.... ALLE PALLINE

SOTTRAZIONI CON LE PALLINE DELLA LINEA DEL 20

 

 

17 – 2 =   salto le due palline che vedo vicino al righello ( Martina)

 

17 – 17 =  le salto tutte insieme e arrivo a zero ( Raoul )

 

19 – 5 =   vedo 4 palline e le salto tutte insieme, poi ne salto ancora una perché

                4 + 1 fa 5 ( Davide )

                Se fosse stato 20 – 5, avrei visto tutta la cinquina, ma se è 19 – 5 non                 è tutto nella cinquina perché ce n’è una di meno ( Davide )

                Manca una pallina a destra e l’aggiungo di là a sinistra ( Valentina )

 

19 – 10 = posso fare un salto di 9 ( arrivo a 10 ) , poi ancora di 1 perché 9 e 1                     sono  gli amici del 10  ( Sara R. )

               Vedo il 10: vedo 4 palline vicino al righello, poi una pallina a sinistra e                  la  cinquina in mezzo ( Raoul )

                Posso anche togliere 4 palline, poi una e ancora 4 e una ( Alice )

 

17 – 2 =   salto le due palline che vedo vicino al righello ( Martina)

 

17 – 17 =  le salto tutte insieme e arrivo a zero ( Raoul )

 

19 – 5 =   vedo 4 palline e le salto tutte insieme, poi ne salto ancora una perché

                4 + 1 fa 5 ( Davide )

                Se fosse stato 20 – 5, avrei visto tutta la cinquina, ma se è 19 – 5 non                 è  tutto nella cinquina perché ce n’è una di meno ( Davide )

                Manca una pallina a destra e l’aggiungo di là a sinistra ( Valentina )

 

19 – 10 = posso fare un salto di 9 ( arrivo a 10 ) , poi ancora di 1 perché 9 e 1                    sono  gli amici del 10  ( Sara R. )

               Vedo il 10: vedo 4 palline vicino al righello, poi una pallina a sinistra e                   la  cinquina in mezzo ( Raoul )

 

                Posso anche togliere 4 palline, poi una e ancora 4 e una ( Alice )

CI ALLENIAMO NELLE SOTTRAZIONI, POI RIFLETTIAMO SUI NOSTRI ERRORI.

 

·         Perché erano tante.

·         Perché non abbiamo riconosciuto la posizione delle palline ( era 7 o 12 o 17 ? )

·         Perché non contiamo in modo corretto: un salto – un numero !

·         Perché non abbiamo spostato la punta della matita o il righello in modo corretto, come abbiamo provato a fare tutti alla lavagna ( lo posiziono nello spazio tra le palline, non SOPRA una pallina )

 

 

Dobbiamo allenarci a casa, anche se ci stanchiamo un po’, con l’aiuto dei nostri genitori. Anche gli scalatori che vogliono raggiungere la vetta di una montagna devono faticare molto, ma quando arrivano in cima la loro soddisfazione è grandissima e li ripaga di ogni fatica.

COSTRUIAMO INSIEME UNA MAPPA PER RICORDARE...

mappa_numero
mappa_numero.pdf
Documento Adobe Acrobat 190.1 KB

 

LE NOSTRE OSSERVAZIONI

 

·         Il risultato è sempre 10 ( Marta)

·         Gli altri numeri cambiano sempre (Giorgia)

·         Nella prima colonna i numeri sono in ordine crescente (Sofia)

·         Nella prima addizione e nell’ultima c’è lo zero ( Federico)

·         Nella seconda colonna i numeri sono in ordine decrescente            ( Andrei)

·         Nella seconda operazione c’è 9+1 e nella penultima c’è 1+9

·         Nella terza vedo 2+8=10 e nella terzultima 8+2=10

·         Nella prima il 10 è davanti e lo zero è dietro; nell’ultima è al contrario (Aaron)

 

 

GLI AMICI DEL 10

 

0 + 10 = 10

1 + 9 = 10

2 + 8 = 10

3 + 7 = 10

4 + 6 = 10

5 + 5 = 10

6 + 4 = 10

7 + 3 = 10

8 + 2 = 10

9 + 1 = 10

10 + 0 = 10

ADDIZIONI  OLTRE  IL  10:    GLI AMICI DEL 20

 

SOFIA:  i numeri erano un po’ uguali a quelli che c’erano prima del 10 …7+3=10

ALESSIO: io le ho fatte con l’aiuto della mamma e di mio fratello: con le loro mani riuscivo a fare i numeri oltre il 10

ANDREI: 18 è cugino di 8. Se 8+2=10, allora 18+2=20      

AARON: io mi sono ricordato le addizioni studiate a memoria

ANNA: li ho fatti con le mani e con le mani della mamma: io facevo il 10 e lei l’altro numero

FEDERICO: io ho usato gli amici del 10 visto che 17 è cugino di 7, basta togliere 1 e leggo 7, poi faccio 7+3=10

GIORGIA: io e mio papà usavamo le mani: lui faceva il 10 e io l’altro numero   

GURSHAN:  io ho contato con le mani

SIMONA: io ho pensato nella mente                            

DAVIDE: io mi sono disegnato le palline ed ho usato quelle

NIHAL: io sapevo che sono gli amici del 10            

DIYA: io ho usato le mie mani      

MATTEO M. : io ho usato le palline    

GIADA: io ho pensato con la mente              

MARTA: io mi sono aiutata con il contadita 

CHRISTIAN: ho usato gli amici del 10 perché i numeri più alti di 10 sono i cugini dei numeri minori di 10. Per esempio il 19 è il cugino del 9                                                                           

LORENZO: io ho pensato subito agli amici del 10

MIRKO: ho usato gli amici del 20. Se faccio 17+3 il risultato è 20 perché 7+3 fa 10 e se metto l’uno davanti al 7 diventa 17. Poi se faccio 17+3 arrivo a 20                            

MATTEO Z. : la mamma mi ha aiutato un po’ poi ho capito

 

&&&&&&&&&&

 

 

 

VALENTINA: sono come gli amici del 10, solo che fanno 20: mi sono immaginata il numero più alto e ho aggiunto l’altro                                     

ALICE: mi sono immaginata che 15 era solo 5 e poi per fare 10 ho aggiunto un altro 5         

VALENTINA: è come se ci fosse 1+9 che fa 10; invece è 11+9 che fa 20                       

SARA R. : io ho usato  le dita                                       

MARTINA: ho usato le dita per andare avanti a contare                 

ZORAVER: ho pensato nella mente, poi ho scritto

MARTA: io ho immaginato la linea del 20 con i tasti tutti abbassati; poi ho letto il numero e ho provato nella mente ad aggiungere quello che mancava                                                                

IRENE: mi ha aiutato la mamma

ANDREA: era facile perché mi ero immaginato i “numeri cugini” però ho fatto i numeri per arrivare a 20

MARTINA: come 19: è facile aggiungi 1 per arrivare a 20 perché è subito dopo, è il successivo

ANTONIO: ho usato la mente in quelli più facili; per quelli difficili ho usato le dita

SARA G. : ho pensato che in 15+5 c’è il cugino del 5            

RAOUL: gli amici del 10 sono 10 e gli altri 10 che fa 20

GIULIA: mi sono immaginata la cinquina del 15 e poi ho aggiunto 5 per completare il 20

MATTIA: se c’è 12, basta che metti il 2 e 8 che fa 10…12 e 8 fa 20 perché 12 è il cugino maggiore di 2

 

 

BRAINSTORMING: COSA TI VIENE IN MENTE SE DICO LA PAROLA "TOTALE "  ?  

 

 

·         I numeri tutti uniti ( GAIA )

·         Se metti tutti i numeri insieme, il totale è un altro numero più grande ( RAOUL )

·         È il costo di quando fai la spesa ( MARTINA )

·         Più cose compri, più aumenta il totale ( ANDREA )

 

·         MAESTRA: “Ma va bene solo per i prezzi?”

·         No, anche per le sedie: le conto tutte insieme e scopro quante sono in totale ( VALENTINA )

·         Dobbiamo unire per trovare il totale delle cose ( MATTIA )

·         Con il totale, i numeri aumentano ( ANTONIO)

·         Se metti 2 + 3 il totale vuol dire che numero salta fuori (ALICE)

·         Bisogna essere capaci di contarli tutti insieme ( VALENTINA )

·         5 + 5 …Il totale lo sappiamo tutti che è 10 ( RAOUL )

 

·         È un’addizione ( GIULIA ) 

COSA  RICORDO  DEI  LAVORI  DI  CLASSE  PRIMA  ?

 

MATTIA: le addizioni e le sottrazioni            

RAOUL:  la linea del 20           

ANTONIO: i numeri con Cifretta

SARA R. : gli amici del 10           

ALICE: i numeri cugini  ( 2 e 12;  5  e 15 …..)   

MATTIA: lo gnomo numerino

RAOUL: le cornicette  

GAIA: facevamo anche Inglese con la maestra Rosanna     

SARA R. : le schede di verifica

IRENE: i numeri fino a 20    

ANTONIO: il recinto con le palline     

ANDREA: abbiamo imparato ad usare il righello

VALENTINA: la parola differenza quando devo usare la sottrazione    

MATTIA: e le parole “in tutto” per l’addizione

RAOUL: siamo saliti sulle scale per i numeri ordinali      

ALICE: la rana con i guanti che salta sempre avanti ( verde)    

ANDREA: il gamberetto Pietro che torna sempre indietro ( arancione )

GAIA: le decine e le unità ed abbiamo fatto anche ginnastica con te 

BASMA: il lupo intenditore che sceglie sempre il maggiore       

ANDREA: la strega pasticciona  e Geometria

RAOUL: gli oggetti che rotolano e quelli che non rotolano e i solidi         ( cono, sfera, cubo, piramide…) sulla LIM

VALENTINA: abbiamo proiettato le ombre dei solidi per scoprire le forme geometriche   

GIULIA: pentagono con 5 lati

MARTA:  cerchio, quadrato, triangolo, rettangolo     

MATTIA: esagono    

RAOUL: ottagono    

SARA R. : ovale

MARTINA E SARA G. : con gli anelli di Alice e Basma abbiamo imparato le linee aperte e le linee chiuse

IRENE: alcune avevano i nodi                       

GAIA: per imparare le linee abbiamo camminato sulle corde in palestra

SARA G. : dovevamo stare in equilibrio                        

ZORAVER: alcune erano storte, altre diritte

RAOUL : abbiamo così scoperto che le linee chiuse sono dei confini       VALENTINA: e c’è l’interno e l’esterno

ALICE: sulla LIM abbiamo visto che non è possibile colorare dentro una linea aperta perché il colore “scappa”

 

JJJJJJJJJJJJJJJJ

 

SOFIA : addizioni e sottrazioni                                   

FEDERICO: il primo giorno ci hai fatto contare i pennarelli

ALESSIO E DAVIDE: le palline, raggruppate  come le nostre dita MIRKO: i numeri fino a 20

LORENZO: precedente ( IL NUMERO CHE VIENE PRIMA )  e successivo   ( il numero che viene dopo)                            

SIMONA: abbiamo usato  la linea del 20              

DIYA: decine e unità        

MIRKO:  abbiamo costruito Cifretta  

MARTA : costruito  la linea del 20 sul pavimento per saltare come la rana con i guanti e il gamberetto Pietro

ANDREI: abbiamo fatto delle schede piccole con tantissime operazioni  

FEDERICO: correggevamo insieme i compiti

DAVIDE: la parola “totale” per l’addizione                

MARTA: ….e abbiamo portato uno scontrino per vederla scritta

GIORGIA: la parola NON per la sottrazione 

ALESSIO: abbiamo giocato a bowling per i birilli abbattuti e NON abbattuti

ALESSIO: abbiamo costruito le torri ….               

FEDERICO:…. per imparare la differenza

GIORGIA: per capire i problemi, usavamo le nostre colle : facevamo finta che fossero bicchieri di aranciata

ALESSIO: con  i pastelli, Gurshan era il protagonista del problema             

SOFIA: abbiamo usato i regoli

MATTEO Z. : abbiamo giocato a carte e la prima volta hanno vinto le femmine

ANNA : tante attività di Geometria

 

 

LE NOSTRE PAURE

ANTONIO: pensavo che la 2^ fosse molto più difficile e che andasse peggio della 1^           

….ho paura di…

BASMA : delle punizioni

RAOUL: dei bulli, bambini che fanno i monelli e prendono in giro i bambini più piccoli      

ALICE: di sbagliare qualcosa

ZORAVER: di dover scrivere nei quadretti piccoli                                       

ALICE: di essere sgridata dalle maestre          

MATTIA:  di prendere le note perché poi la mamma mi mette in punizione della tecnologia per un mese

GIULIA: di avere troppi compiti e stancarmi                           

GAIA : di litigare con i compagni perché a volte si litiga

ZORAVER: di dimenticare il materiale               

MARTINA:  di essere sgridata se non ho finito i compiti delle vacanze

ZORAVER: quest’anno dobbiamo fare le “per” e mi preoccupo se non le so fare         

 IRENE: di prendere una nota

COSA FAI PER SUPERARE LE TUE PAURE?

 

SARA R. : penso a cose tranquille                   

GAIA:  fare la cosa che ti fa paura, affrontarla, così non ti fa più paura

MARTA: dobbiamo allenarci                      

MARTINA: dobbiamo farci aiutare dalla mamma o dalla maestra

ZORAVER: non c’è bisogno di aver paura perché ci sono tanti rimedi             

ANTONIO: bisogna cercare di superarle

MATTIA: sono gli amici che ti aiutano a superare le paure

RAOUL: io avevo paura di fare gli allenamenti a calcio perché dovevo restare da solo; allora mi sono messo a cantare

 

LE NOSTRE ASPETTATIVE PER IL NUOVO ANNO

ALICE: rivedremo maestre e compagni              

MARTINA: impareremo i numeri fino a tanto e i numeri fratelli

GAIA: hai detto che faremo la linea del 100 e sarà una cosa nuova perché in prima abbiamo usato la linea del 20

ANTONIO: faremo nuove operazioni e studieremo l’orologio                           

GIULIA: impareremo a contare fino a 100

VALENTINA: impareremo il “per” e il “diviso”       

ZORAVER: faremo la divisione      

MATTIA:  impareremo le tabelline

RAOUL: a dividere le cose da mangiare, per esempio una barretta di cioccolato          

ALICE: …e altre cose nuove

₩₩₩₩₩₩₩₩₩₩

ARON: impareremo nuove cose  e scopriremo altre materie. Per es. l’anno scorso abbiamo scoperto Geometria

ANNA: ci sarà qualche cambiamento                                 

ANDREI : impareremo nuovi segni per le operazioni

MIRKO: impareremo a studiare il “per”                                                         

CHRISTIAN: studieremo nuove cose

MARTA: scopriremo cose che non abbiamo scoperto l’anno scorso perché eravamo piccoli

SIMONA: studieremo di più           

FEDERICO: studieremo cose più difficili                  

AARON: avremo più compiti

LORENZO: saranno sempre cose più belle                             

ALESSIO: saremo sempre più bravi nel comportamento

MATTEO Z. :  impareremo anche a diventare grandi

 

 

 

 

BRAINSTORMING:  COSA E’ LA   GEOMETRIA  ?

 

MARTA: è una specie di Matematica, come abbiamo fatto con i blocchi

SARA G. : la fanno anche alle medie

VALENTINA: perché i blocchi ci aiutano a fare Geometria

GIULIA: sono delle forme che impariamo a scuola

SARA R. : il triangolo è un blocco di Geometria, una cosa dove puoi imparare le forme tipo il rettangolo, il quadrato ed il cerchio

MARTA: cioè gli insiemi delle forme

VALENTINA: perché le forme, anche se non le conosciamo tutte, le possiamo imparare!

ANTONIO: possiamo imparare le dimensioni, le forme e i loro nomi

BASMA: è un tipo di lezione che fanno i grandi e i piccoli

SARA G. : ci aiuta a fare le righe diritte, orizzontali e verticali

MATTIA: è una materia come Matematica dove ti insegnano le formule, tipo l’ottagono

SARA R. : le forme geometriche ti aiutano ad andare avanti in Matematica anche se sono difficili, si imparano

ANDREA: si può costruire un castello con i blocchi logici

VALENTINA: la Geometria ci aiuta ad esser più precisi

RAOUL: dobbiamo capire come si fanno le forme

 

BASMA: dobbiamo  sapere come si disegnano, senza ricopiarle.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

 

ANDREI: mi ha detto mia mamma che è come Matematica  

      

AARON: è come una lezione

 

MARTA: si usa il righello per fare le linee diritte    

             

FEDERICO: è la materia dove si imparano le forme

 

MIRKO: si imparano tante cose   

                         

DIYA : è dove lavorano     

           

GIORGIA: mia sorella usa il compasso

 

ANNA: anche mio fratello usa il compasso e il  righello

 

 

CHRISTIAN: è una materia dove ci fai imparare a fare le righe diritte senza righello.

 

 

COMPLETIAMO INSIEME LA TABELLA DELLA MOLTIPLICAZIONE

 

VALENTINA:nella prima riga orizzontale e nella prima colonna verticale c’è sempre ZERO ( è l’elemento ASSORBENTE)

ALICE: nella seconda riga e nella seconda colonna ci sono i numeri 0, 1 , 2 , 3 , 4 , 5 ,….

ANTONIO : sono tutti in successione perché se moltiplico un numero per uno il risultato è sempre quel numero                

                     (l’uno è un FANNULLONE ).         

ANTONIO: ci sono le numerazioni   

RAOUL: vedo la numerazione del 5 e in basso quella del 10…si conta per decine.            

GAIA: c’è la tabellina del 2       

RAOUL: sono tutti numeri pari      

SARA R. : anche nella tabellina del 6.    

GAIA: anche nella tabellina dell’8.

MATTIA – VALE : anche nella tabellina del 4 i risultati sono tutti pari     ANTONIO: anche in quella del 10.

MARTINA: ci sono le tabelline dell’1, del 2, del 3, del 4 …..

VALENTINA: se 2X3 fa 6, anche 3X2 fa 6, perché vale la PROPRIETA’ COMMUTATIVA.

MARTA: la proprietà commutativa vale anche per l’addizione.

SARA R. : infatti l’addizione e la moltiplicazione sono operazioni “CUGINE”

VALENTINA: se faccio 2 x 2 = 4 non devo cambiare posto ai fattori ….per forza! E’ un numero QUADRATO perché il 

quadrato ha i lati uguali.     

GIULIA: i numeri QUADRATI si vedono sulla diagonale dall’alto a sinistra in basso a destra.

ALICE: se moltiplico due numeri uguali, con lo schieramento formo un quadrato.

SARA G. : ci sono poche caselle vuote.    

MATTIA: nella tabella il 40 si vede 4 volte.

IRENE: posso completare la colonna del 10, numerando per 10.

GIULIA: possiamo farlo anche nell’ultima riga orizzontale.

RAOUL: possiamo completare le caselle vuote perché  D X D = D    ; P X P = P    ;   P X D = D

 

GAIA: le tabelline si vedono sia in orizzontale che in verticale.

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

 

CHRISTIAN : ci sono le numerazioni   

 MATTEO Z. : vedo la numerazione del 5    SOFIA: ci sono numeri che si ripetono       

DAVIDE: li dobbiamo incrociare: un numero della riga orizzontale  e un numero della colonna verticale                          

MIRKO : ci sono solo 16 caselle vuote               

ANNA: nella prima riga  e nella prima colonna c’è sempre               ZERO                 

SOFIA: il risultato è sempre zero se uno dei due fattori è zero  ( è l’elemento ASSORBENTE)                                             

ALESSIO : nella seconda riga e nella seconda colonna ci sono i numeri 0, 1 , 2 , 3 , 4 , 5 … sono in successione perché se moltiplico un numero per 1, il risultato è sempre quel numero (l’uno è un FANNULLONE)                    MARTA: e in basso c’è quella del 10…si conta per decine               

GURSHAN : c’è la tabellina del 2 con i numeri pari 

DIYA : se 4X6 fa 24, anche 6X4 fa 24, perché vale la PROPRIETA’ COMMUTATIVA                                                                    

MIRKO: vale anche per  6X5 e 5X6 ; 3X10  e 10X3     

SOFIA: 8X1 e 1X8          

FEDERICO: 2X10  e  10X2; 4X5 e 5X4 MARTA: alla fine della riga del 3, vedo il 30; alla fine della riga del 4, vedo 40….perchè per moltiplicare per 10 basta aggiungere uno zero                                               

CHRISTIAN: 10 X 2 è 2 volte una decina 

    CORREGGIAMO  GLI ERRORI 

    

           DELLE  NOSTRE 

 

               VERIFICHE

 

 

 

 

·        CI SIAMO ACCORTI CHE SE NON CI ALLENIAMO DIMENTICHIAMO IN FRETTA ANCHE LE COSE CHE SAPEVAMO FARE BENE ( TUTTI NOI CI ERAVAMO ESERCITATI ALLA LAVAGNA O ALLA L.I.M.  E RIUSCIVAMO A LAVORARE CON CORRETTEZZA ).

ANCHE IL CALCOLO MENTALE VA ALLENATO FREQUENTEMENTE: NON POSSO CONTARE CON LE DITA! DEVO USARE LA TESTA ( CI RIUSCIVAMO TUTTI  !!!!!!!  4+3…7+5…..6+8….7+7…. )

·        0 – 3 NON SI  PUO’  ! VADO DALLA SIGNORA DECINA E FACCIO UN CAMBIO  !

·        IL DISORDINE E’ NOSTRO NEMICO! SI CONFONDONO I SEGNI ( + CON - ); LE CIFRE  ( 0 CON 6  --- 9 CON 1 ) E SI RICOPIANO I RISULTATI SBAGLIATI  !!!

·        NEI PROBLEMI, PUR AVENDO EVIDENZIATO LA PAROLA – CHIAVE CORRETTA, ABBIAMO SBAGLIATO L’OPERAZIONE  ( CHISSA’ DOVE ERANO LA NOSTRA ATTENZIONE E CONCENTRAZIONE )  :

·        OGNI ( NEL TESTO ) >>>>>>>>  MOLTIPLICAZIONE

·        NON   >>>>>>>>>     SOTTRAZIONE

·        IN PIU’ ( NELLA  DOMANDA )    / FACCIO UN  CONFRONTO   >>>>>                        SOTTRAZIONE

·        RIMANGONO  >>>>>>>>>       SOTTRAZIONE

·        BISOGNA ANCHE IMPARARE A FORMULARE BENE LE RISPOSTE           ( PROTAGONISTA- COSA FA- QUANTITA’ …)

 

 

MA  QUANTE  VOLTE  DOVREMO  ANCORA  SCRIVERE  QUESTE  COSE   ????